Harris Coulter: “Un salto nel buio” e “Vaccinazioni violenza sociale e criminalita’”analisi sui danni cronici da vaccino

By - Roberta
Luglio 11, 2017
Comments off.

Barbara Fisher e Harris Coulter hanno scoperto che i vaccini – in particolare il DPT (difterite, pertosse, tetano) e il MMR (morbillo, parotite, rosolia) sono molto più pericolosi di quanto sospettato.  I danni che infliggono possono essere descritti come catastrofici. Per capire che cosa sta accadendo è consigliabile dividere le reazioni a breve termine (acuta) e a lungo termine (cronica).

Le seguenti reazioni sono acute: in primo luogo, vi è una serie di manifestazioni fisiche a breve termine, come gonfiore al punto di iniezione, eruzione cutanea, febbre fino a 40 o 41 gradi, pianto inconsolabile da parte del bambino che può durare anche per diversi giorni. Il bambino può diventare blu e avere difficoltà a respirare; Può svenire e rimanere inconsapevole per un periodo di 5-10 ore e può iniziare un particolare tipo di pianto, chiamato “grida alta” in letteratura e che sembra avere un’origine encefalitica. Oppure può avere una convulsione o una paralisi.

Questa condizione acuta rappresenta un tipo di encefalite (anche chiamata “encefalopatia” in letteratura). A volte termina in morte improvvisa. Nelle poche ore o un giorno del colpo il bambino viene trovato morto nella sua culla. Queste morti sono classificate nelle nostre statistiche mediche come “la morte del presepe” o “la morte infantile improvvisa di origine sconosciuta”. Ci sono circa 9000 casi di SIDS negli Stati Uniti ogni anno, di cui probabilmente 6000 sono correlati al vaccino.

Naturalmente, la maggior parte dei bambini non muore, ma sembra recuperare e può essere apparentemente normale per un mese o due. Ma allora
Gli effetti a lungo termine del vaccino cominciano ad apparire. Questi sono infatti i tipici effetti a lungo termine dell’encefalite. Il bambino che ha avuto convulsioni ora ha crisi epilettiche o epilessia. Ci può essere paralisi (spesso unilaterale) o paralisi cerebrale. Ci può essere ritardo mentale o autismo. Ci può essere il diabete di origine giovanile. Il vaccino contro la pertosse, in particolare, ha un impatto sui centri di produzione di insulina nel pancreas (le “isole di Langerhans”). La sovra-stimolazione di questi isolotti, con la loro successiva esaurimento, può portare al diabete o al suo opposto – ipoglicemia (basso livello di zucchero nel sangue). Ci possono essere “pali craniali del nervo” di vario genere. I nervi cranici passano dal midollo spinale sopra il cranio agli organi della percezione. Così il bambino viene improvvisamente scoperto essere cieco, sordo o muto. La morte infantile improvvisa è presumibilmente causata da paralisi di un altro nervo cranico (il nervo vagus) che è responsabile di fornire l’impulso respiratorio al polmone.

Vale la pena notare il fatto che molte di queste condizioni sono considerate “congenite” (cecità, sordità, incapacità di parlare, ritardo mentale). Ma le condizioni “congenite” non vengono mai rilevate alla nascita. Invece, quando il bambino  ha nove mesi o un anno, i genitori all’improvviso si rendono conto che lui o lei non può vedere, sentire o parlare, o è ritardato mentalmente. Poiché nessuna altra causa di queste condizioni può essere determinata, il medico decide che è  “congenita”. Ma a questo punto  il bambino avrà ricevuto tre  dosi di DPT e questi  vaccini sono noti per essere in grado di provocare cecità, sordità, dumbness, e ritardo mentale.

“Vaccinazione, violenza sociale e criminalità” descrive i bambini e gli adulti che sono stati danneggiati da
Vaccinazione, ma non troppo gravemente per essere istituzionalizzato.

L’encefalite (infiammazione del cervello, sia dalla vaccinazione che da qualche altra causa) può variare da grave a moderata, anche subclinica.  Invece di avere epilessia o attacchi di convulsioni, i bambini soffrono di quelli che si chiamano “incantesimi fissanti” o “assenza “. Invece di essere ritardati mentalmente essi subiscono perdite di IQ: molte funzioni all’80 O 90 livelli di QI – appena sopra la subnormalità. Invece di paralisi o paralisi cerebrale, possono perdere un certo livello di controllo muscolare – “atonia” – soprattutto delle mani. I genitori diranno che il bambino non usa le mani per strisciare o che raccoglie oggetti con i piedi invece delle mani. Essi manifestano tutte le palsie del nervo cranico, ma in una forma meno grave.

Invece di essere cieco, hanno astigmatismi e nistagmo (movimenti ripetitivi involontari e sconnessi
bulbi oculari). Possono essere incrociate. Possono avere problemi a spostare gli occhi da un lato all’altro. Oppure sono dislessici, non possono leggere lettere, non , non capiscono i numeri e simili. Una caratteristica particolare è che talvolta hanno ossessioni sugli occhi della gente, hanno paura di guardare gli altri negli occhi, ecc. Invece di essere totalmente sordi, hanno una lieve perdita di udito.

O hanno otiti  croniche- otitis media. Questo è chiamato negli Stati Uniti “orecchio di colla”, ed è una sorta di accumulo di acqua nell’orecchio, spesso richiedendo l’installazione di piccoli tubi per il drenaggio.  Questo particolare tipo di otite “colla” non era noto nella pratica medica americana prima della fine degli anni ’40 o degli anni ’50, cioè dal momento in cui è stato introdotto il vaccino contro la pertosse. Invece di essere completamente muti, possono avere una voce particolarmente severa o noiosa o inespressiva o hanno altri impedimenti di discorso. Il bambino avrà asma o altre difficoltà respiratorie. L’incidenza di asma è cresciuta costantemente negli Stati Uniti negli ultimi decenni, soprattutto l’asma nei bambini molto piccoli. I bambini stanno morendo di asma, mentre in passato i medici dicevano sempre che “nessun bambino muore mai di asma”. Le emicranie sono anche molto comuni in questa popolazione. Hanno disturbi del sonno e dell’appetito – anoressia e bulimia. In quest’ultimo caso, metteranno spesso peso.

Un altro effetto a lungo termine di questo vaccino è la tendenza alle allergie, in particolare l’allergia al latte. Inutile dire che una grande parte della popolazione di tutti i paesi industrializzati del mondo oggi soffre di allergie. Abbiamo scoperto che i neonati con la colica – che significano un’allergia al latte – tendono a reagire maggiormente al vaccino. Indubbiamente la colica dovrebbe essere considerata una controindicazione alla vaccinazione.

Un altro effetto a lungo termine è il disturbo del ritmo del sonno; Il bambino trasforma la notte in giorno e giorno in notte. Sono spesso iperattivi. Essi hanno un campo di attenzione estremamente breve. Il loro comportamento è dominato da impulsi.
Hanno abbassato la resistenza all’infezione – dovuta, presumibilmente, al funzionamento difettoso del sistema immunitario.

Molto più importanti sono le dimensioni mentali, emotive e morali dei danni causati dal vaccino. Questi bambini hanno un profilo di personalità tipico. Sono alienati e paranoici. Hanno debole ego – bassa autostima. Sono ansiosi e depressi. Non possono tollerare la frustrazione. Hanno una necessità straordinaria per il controllo e il panico quando perdono il controllo di una situazione. Sono precociemente sessuali con un elevato livello di omosessualità e bisessualità e tendono al comportamento ossessivo, tra cui l’alcolismo e l’abuso di droghe. Sono affascinati dal fuoco e attratti da edifici brucianti e simili. Sono inclini a scoppi di rabbia. In combinazione con la loro tendenza al comportamento impulsivo, ciò porta a molti atti di violenza impulsiva. Questi individui sono spesso coinvolti nel crimine, o la violenza può essere autoinflitta (suicidio). Essi raramente mostrano rimorso per ciò che hanno fatto, ma si dissociano dai loro atti. Questo può essere dovuto al fatto che l’impulso è al di fuori della loro capacità di controllo.

La letteratura moderna della psichiatria descrive questa condizione come “disordine di condotta” nei bambini piccoli o “personalità sociopatica” negli adulti. Queste sono sottocategorie di un gruppo più grande chiamato “disabilità dello sviluppo”, che comprende autismo, dislessia, iperattività, difficoltà di attenzione e diverse dozzine di altre condizioni. L’ultima edizione del manuale diagnostico e statistico pubblicato dall’American Psychiatric Association dedica 80 pagine a questi disturbi. “La vaccinazione, la violenza sociale e la criminalità” sviluppa la tesi secondo cui la “personalità sociopatica” che è emersa su scala di massa negli ultimi decenni e che è responsabile di una sproporzionata quantità di criminalità e violenza sociale è  legata alla vaccinazione infantile. In altre parole, la vaccinazione causa l’encefalite che a sua volta porta a questi stati e condizioni post-encefalitiche. La mia stima è che un bambino di cinque o uno su sei è influenzato in qualche misura da una vaccinazione infantile. Questa stima si basa sull’incidenza di dislessia e iperattività nelle scuole americane oggi – circa il 15% al ​​20%.

 

http://www.vaccinationinformationnetwork.com/vaccination-social-violence-and-criminality-harris-l-coulter-phd/

Commenta con Facebook