La Glaxo ammette di aver distribuito vaccini tossici nel Regno Unito

By - Roberta
Luglio 21, 2017
Comments off.

È  di pochi giorni fa la notizia che la Glaxo  ha richiamato dei lotti di vaccini che pur non avendo tutte le carte in regola erano stati immessi per errore sul mercato a gennaio 2017 (vedi notizia). Sarebbe lecito sapere se  e  quanti di questi vaccini sono stati inoculati ancora una volta per errore.

Quella che segue è  una storia analoga con esito molto infausto per cui la Glaxo è stata accusata dalla Corte Irlandese di negligenza.

Nel 1970 sono state circa 60.000 le dosi  di vaccino antipertosse (Trivax) che non aveva passato i test di controllo distribuite sia in Irlanda che in Inghilterra,così ammette la stessa casa farmaceutica.

Nel 1992 la Corte Suprema  Irlandese  ha assegnato alla famiglia di un ragazzo irlandese, Kenneth Best, che ha sofferto di danni cerebrali  da uno di questi vaccini tossici, 2,7 milioni di £  a titolo di risarcimento.

Dopo una lunga e feroce battaglia legale con la Glaxo la famiglia del ragazzo alla fine ha vinto questo caso storico dopo che la madre Margaret ha fatto una scoperta sorprendente spulciando tra decine di  migliaia di documenti aziendali.

Ha scoperto che il vaccino Trivax usato su  suo figlio era di un lotto numerato 3741 rilasciato dalla società, pur avendo  fallito  alcuni test di sicurezza . I documenti hanno rivelato che le 60.000 dosi singole  erano  14 volte più potenti del solito.

Il Dipartimento della Salute è sotto pressione per  rintracciare i bambini che hanno ricevuto i vaccini incriminati.A questo vaccino tossico pare sia correlato sicuramente  il decesso di un bambino nel Wales.

 

 

https://www.theguardian.com/uk/2002/jun/30/tracymcveigh.antonybarnett

 

 

Commenta con Facebook